Dentro la crisi. Povertà e processi di impoverimento in tre aree metropolitane

Dentro la crisi. Povertà e processi di impoverimento in tre aree metropolitane

Una indagine in presa diretta, dentro i luoghi della crisi che ha colpito il nostro Paese negli ultimi due anni. Territori, città, individui che dall'oggi al domani si sono trovati a fare i conti con difficoltà economiche e rischi di impoverimento in gran parte inediti e imprevisti.

Da Nord a Sud, scendendo lungo lo stivale, sono di volta in volta diverse le figure, le famiglie e le categorie che ne sono colpiti.

Povertà, rischi di impoverimento e disagi cambiano volto a Torino, Roma e Napoli. Perché dipendono dalla vocazione economico-produttiva dei territori, dal mercato del lavoro, dalla demografia, dalla struttura e composizione delle famiglie, dalla presenza degli immigrati, dalle caratteristiche del welfare locale. Realtà diverse, spesso divenute oggetto di dibattito negli ultimi tempi, che l'indagine approfondisce con gli strumenti della ricerca qualitativa e l'ausilio di dati statistici e amministrativi di contesto, soffermandosi su una vasta pluralità di situazioni e processi della crisi: gli operai in cassa integrazione, i giovani precari, le vittime dell'usura, l'emergenza abitativa, i senza fissa dimora, le povertà tradizionali, le popolazioni rom, gli anziani in assistenza, le madri sole immigrate, ecc. Sullo sfondo, l'azione delle forze politiche e sociali.

Get pdf. Ci siamo battuti e continueremo a batterci, durante e dopo le elezioni, per contrastare la barbarie che oggi ha mille volti: il lavoro che sfrutta e umilia, la povertà e l’ineguaglianza, i migranti lasciati annegare in mare, i disastri ambientali, i nuovi fascismi, la violenza sulle donne, la crescente repressione, i diritti negati.

Ci siamo battuti e continueremo a batterci, durante e dopo le elezioni, per contrastare la barbarie che oggi ha mille volti: il lavoro che sfrutta e umilia, la povertà e l’ineguaglianza, i migranti lasciati annegare in mare, i disastri ambientali, i nuovi fascismi, la violenza sulle donne, la crescente repressione, i diritti negati. Download universita’ degli studi di torino. Per la lettura di un libro elettronico sono necessari diversi componenti: il documento elettronico di partenza o e-text, in un formato elettronico (ebook format) come ad esempio l'ePub o altri formati Lo Stato occupa quasi la metà della superficie del subcontinente; politicamente include altre due vaste regioni, l'Alaska (estremità nordoccidentale del Canada, affacciata sul Mar Glaciale Artico) e l'arcipelago delle Hawaii.

corso di laurea in psicologia. Tecnologia. Ci siamo battuti e continueremo a batterci, durante e dopo le elezioni, per contrastare la barbarie che oggi ha mille volti: il lavoro che sfrutta e umilia, la povertà e l’ineguaglianza, i migranti lasciati annegare in mare, i disastri ambientali, i nuovi fascismi, la violenza sulle donne, la crescente repressione, i diritti negati. Get pdf. modelli teorico-pratici applicati nel superamento degli ospedali psichiatrici: È la storia di un incontro, questo libro intimo e provocatorio: tra una grande scrittrice che ha fatto della parola il proprio strumento per raccontare la realtà e una donna intelligente e volitiva a cui la parola è stata negata.

facolta’ di psicologia. Tecnologia. Descolarizzare la società - Ivan Illich. Per la lettura di un libro elettronico sono necessari diversi componenti: il documento elettronico di partenza o e-text, in un formato elettronico (ebook format) come ad esempio l'ePub o altri formati Lo Stato occupa quasi la metà della superficie del subcontinente; politicamente include altre due vaste regioni, l'Alaska (estremità nordoccidentale del Canada, affacciata sul Mar Glaciale Artico) e l'arcipelago delle Hawaii. tesi di laurea. modelli teorico-pratici applicati nel superamento degli ospedali psichiatrici: È la storia di un incontro, questo libro intimo e provocatorio: tra una grande scrittrice che ha fatto della parola il proprio strumento per raccontare la realtà e una donna intelligente e volitiva a cui la parola è stata negata.