I delitti del monastero e altri casi di problem solving inusuale

I delitti del monastero e altri casi di problem solving inusuale

di Matteo Rampin

Un approccio che indaga i problemi psicologici come casi polizieschi, con il terapeuta nei panni dell'investigatore. Il sintomo, ossia l'indizio, porta alla scoperta della causa del disturbo, il colpevole. L'autore descrive e "narra" dieci casi reali risolti con le astuzie e gli stratagemmi sorpresa dei più famosi investigatori del giallo, da Sherlock Holmes a Kit Marlowe. Il racconto di ogni caso è seguito dalla spiegazione del meccanismo "giallo" usato per risolverlo. La dinamica di alcuni problemi psicologici può essere smascherata adoperando i tipici schemi di indagine della letteratura gialla: l'analisi della scena del crimine, la ricerca degli indizi, l'individuazione della logica del delitto rendono simili lo psicoterapeuta all'investigatore.

La storia del libro segue una serie di innovazioni tecnologiche che hanno migliorato la qualità di conservazione del testo e l'accesso alle informazioni, la.

La storia del libro segue una serie di innovazioni tecnologiche che hanno migliorato la qualità di conservazione del testo e l'accesso alle informazioni, la. La storia del libro segue una serie di innovazioni tecnologiche che hanno migliorato la qualità di conservazione del testo e l'accesso alle informazioni, la. La storia del libro segue una serie di innovazioni tecnologiche che hanno migliorato la qualità di conservazione del testo e l'accesso alle informazioni, la.