I libretti di mal'aria. La biblioteca più esile del mondo negli scrittori e artisti giuliani e friulani del '900

I libretti di mal'aria. La biblioteca più esile del mondo negli scrittori e artisti giuliani e friulani del '900

di Francesco Cenetiempo

Libro-catalogo dedicato ai Libretti di Mal'Aria, la "Biblioteca più esile (e sostanziosa)" del mondo, come scrisse nel 1963 Marino Parenti sulle pagine de "La Nazione".

il volume propone oltre una moltitudine di materiali che accompagnano i Libretti, con un attenzione particolare verso poeti, scrittori e artisti come Manlio Malabotta, Emilio Dolfi, Biagio Marin, Giorgio Voghera, Stelio Crise, Alma Dorfles, Paolo Belli [Giotti], Carlo Luigi Cergoly, Virgilio Giotti, Giani Stuparich, Livio Rosignano, Osvaldo Ramous, Luciano Morandini, Luigi Raimondi, Geda Jacolutti ed Enrico Fruch, che aderirono all'invito di Arrigo Bugiani, ideatore a partire dal 1960 dell'originale progetto editoriale. In appendice l'elenco ragionato di tutti i Libretti.