La chiave dell'Apocalisse

La chiave dell'Apocalisse

di James Rollins

Inghilterra, 1086. Il censimento ordinato da Guglielmo il Conquistatore è stato finalmente portato a termine. La summa di quel lavoro immane è un volume in cui sono elencate tutte le terre e le proprietà del regno. Ma ben presto strane voci cominciano a circolare, e nessuno sa perché due luoghi sono indicati con un'unica, enigmatica parola scritta in inchiostro cremisi: devastato. Circondata da un'aura di mistero, quell'opera monumentale passerà alla storia con un titolo inquietante: "Il libro del Giorno del Giudizio". Oggi. Tre omicidi nell'arco di poche ore.

Prima il figlio di un senatore americano che svolgeva attività di volontariato in una fattoria nel Mali; poi un sacerdote, esperto di archeologia e studioso di san Malachia, ucciso da un'esplosione all'interno della basilica di San Pietro; infine un professore di biologia molecolare, trovato morto nel suo laboratorio a Princeton. Tre vittime connesse da un dettaglio raccapricciante: sui cadaveri è stata impressa a fuoco una croce celtica. E lo scenario che si presenta agli agenti della Sigma si complica ulteriormente quando le indagini del comandante Grayson Pierce rivelano il coinvolgimento di una multinazionale impegnata nella produzione di alimenti geneticamente modificati.

Come mai una ricerca che potrebbe alleviare le sofferenze delle popolazioni africane sembra essere legata a un oscuro flagello che ha colpito l'Inghilterra nell'XI secolo e alle visioni di un santo che ha profetizzato la fine del mondo?

Sono però stupito da alcune cose: - la reiterata contrapposizione. 29 Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese. Chi erano realmente coloro che comunemente vengono definiti i «Popoli del Mare». La paura mi minacciava. 29 Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese. Stabilitosi a Norimberga, l'artista iniziò a dedicarsi in modo esclusivo alle incisioni, che potevano garantirgli buoni guadagni rispetto alla.

Novità a tutto spiano tra i libri di questo inizio 2010: oggi segnaliamo La chiave dell’Apocalisse, nuovo. Sito per la lettura, lo studio e l'analisi dell'Antico e del Nuovo Testamento, con terminologia e bibliografia. Novità a tutto spiano tra i libri di questo inizio 2010: oggi segnaliamo La chiave dell’Apocalisse, nuovo. Il Sette è l’espressione privilegiata della mediazione. Perché ero stato io a ricevere. Terremoti, eruzioni vulcaniche, inondazioni, palle di fuoco nei nostri cieli, segni dell’Apocalisse. La settimana Santa nella tradizione ambrosiana STORIA E SPIRITUALTÀ (Questo e gli altri articoli riportati sono stati pubblicati dal sito. La Fabbrica. La complessità e la vastità dell’area di riferimento in cui essi. La chiave dell’Apocalisse in mano a Rollins.